CLIMATHON 2018 – TORINO

Climathon 2018 : l’evento, i partecipanti e lo scopo

Il weekend scorso siamo stati a Torino, il main stage 2018 di Climathon , la maratona mondiale di 24 ore organizzata da Climate-KIC in collaborazione con il Comune di Torino, con l’obbiettivo di attivare i cittadini per raccogliere proposte per contrastare i cambiamenti climatici e rendere le nostre città sempre più sostenibili.

Una conduzione condivisa, con talk show e interviste, che vedrà alternarsi sul palco personaggi del giornalismo, della gastronomia, della ricerca, i quali illustreranno i molti modi in cui la coscienza ambientale può essere declinata. Tra di essi lo chef vegano Pietro Leemann, il giornalista Federico Rampini (in collegamento da New York), l’archi-star Stefano Boeri, il blogger-scienziato Stefano Caserini. La conduzione è affidata a Paola Maugeri, giornalista e conduttrice televisiva e Marco Cattaneo, giornalista e fotografo, direttore di National Geographic Italia.

Torino è stata scelta per premiare l’impegno verso la sostenibilità e la rigenerazione urbana che sta coinvolgendo l’intera comunità, dai rappresentanti politici alle aziende alle università.

I partner sono Environment Park, il parco scientifico e tecnologico per l’ambiente e CLEVER, uno dei 7 poli di innovazione della Regione Piemonte. Media Partner è Rai Radio2. Gli sponsor sono Computer Solutions S.p.A., Lavazza e Asja Ambiente Italia; l’evento gode del Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. 

Presente all’appuntamento Kirsten Dunlop, CEO di EIT Climate-KIC, che così spiega la scelta di Torino come sede dell’evento mondiale: “Dopo la positiva esperienza del primo Climathon Main Stage, ospitato dalla Città di Tallinn nel 2017, in concomitanza con la Presidenza di turno dell’UE, abbiamo scelto l’Italia e Torino per l’impegno profuso nella direzione della sostenibilità e della resilienza. Mi auguro che il Climathon Main Stage possa diventare ruolo reale e virtuale per tutte le città e i cittadini impegnati nella comune lotta ai cambiamenti climatici.”

Come sottolinea Chiara Appendino, Sindaco di Torino, “la Città di Torino ha tra i propri indirizzi strategici quello di supportare il sistema economico locale, favorendo la sperimentazione, lo sviluppo e l’adozione di soluzioni tecnologiche innovative e ad impatto sociale, che contribuiscano a migliorare la qualità della vita dei propri cittadini e ad attrarre nuove imprese.

Il tema ambientale è centrale in questo processo di innovazione. Torino ha posto il tema dell’adattamento climatico e del cambiamento del modello di sviluppo tra le parole chiave delle proprie strategie. Un tavolo di lavoro interno si sta occupando di sviluppare e di attuare azioni di adattamento, prevedendo la loro integrazione nelle politiche quotidiane cittadine in diversi settori, dal verde pubblico ai trasporti, all’urbanistica, alle politiche sociali ed educative. Per questo siamo entusiasti della scelta di ospitare Climathon nella nostra città, quale occasione di confronto e di diffusione di buone idee per il futuro. Climathon ben si affianca all’immagine di Torino quale terreno fertile per l’innovazione, tecnologica e sociale, e come città attenta all’ambiente”.

Soddisfazione è espressa da Angelica Monaco, Direttore di Climate-KIC Italy: “Quest’anno l’Italia si pone come faro internazionale delle innovazioni sui cambiamenti climatici. Grazie al Climathon Main Stage, Torino sarà il luogo reale e digitale dove si connettono i Climathon di tutto il pianeta: una call-to-action rivolta all’opinione pubblica, ai cittadini e alle istituzioni per co-creare dal basso soluzioni, tecnologie e anche app per rispondere agli effetti del clima che cambia. La formula che abbiamo immaginato è quella di un vero e proprio show dal vivo, in cui la divulgazione scientifica si fonde con lo spettacolo e i cui ospiti ci racconteranno in che modo i cambiamenti climatici influiscono sulla loro vita e quali sono le risposte adattive.

Il lavoro di C3

In particolare C3 si è occupata della parte tecnica dell’evento, per quanto riguarda la diretta streaming sulle pagine social di Climathon, la messa in onda dello studio, il countdown per gli speakers e il social wall.

Il live streaming è stato effettuato grazie ad un encoder AJA HELO, che mandava in streaming il segnale program della regia video di GreenTV, ed è stato visualizzato e condiviso da migliaia di persone sulla pagina Facebook di Climathon.

All’interno dello studio di Torino ci siamo occupati dell’installazione di un videoproiettore NEC, grazie al quale abbiamo proiettato il live e le grafiche. Non è stato semplice poichè si è dovuto proiettare un fuori formato (800×250) date le dimensioni del telo da proiezione.

Il Countdown, reso possibile grazie ad un’interfaccia web customizzabile proprietaria di C3, è stato posizionato a metà della scena in studio, in modo da poter essere visualizzato durante tutte le fasi dello show e gestito in remoto da un nostro operatore.

Per il Social Wall è stato installato un pc collegato ad uno schermo sul palco, in modo che i presentatori potessero consultarlo e commentarlo durante lo show.

È stata un’occasione fantastica per confrontarsi e collaborare con colleghi provenienti da tutta europa, oltre che allo staff di Elastica – Live & Comunicazione che ne ha curato la produzione, ROOF Videodesign per le grafiche dell’evento e Green.TV per le riprese.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi